Ogni giorno una famiglia italiana viene inghiottita da una crepa tra spazio e tempo da cui non arriva nessun segnale. Sono i familiari degli scomparsi.
Persone che vivono in un limbo: senza risposte, tra dubbi, sensi di colpa, ansie e preoccupazioni.
All’improvviso non ci sono più notizie del proprio caro: non risponde al telefono, non invia messaggi, la comunicazione è completamente interrotta e iniziano a farsi largo le paure.

Pietro Orlandi ha vissuto queste stesse sensazioni sulla propria pelle, più di 30 anni fa: era il 22 giugno 1983 quando si sono perse le tracce della sorella Emanuela.

Da quel giorno Pietro non ha mai smesso di combattere per la verità, si è impegnato in prima persona nelle ricerche e, nel tempo, è diventato il simbolo di tutti i cari delle persone scomparse che attendono di avere notizie di chi, da un giorno all’altro, non fa più parte della loro vita.

Pietro è al fianco di queste famiglie, pronto a mettersi in prima persona al loro servizio perché, come per il caso di sua sorella, anche le loro storie non cadano nel dimenticatoio.

La nuova stagione di Scomparsi si apre con uno speciale di due ore sul caso di Mirella Gregori, 15enne scomparsa il 7 maggio 1983 a Roma, un mese prima di Emanuela Orlandi.

In ogni episodio Pietro si metterà sulle tracce di altre persone di cui non si hanno più notizie da diverso tempo. Incontrerà i loro cari, ascolterà le loro testimonianze, ripercorrerà insieme a loro gli ultimi attimi vissuti insieme e le ultime comunicazioni, cercherà di fare luce sugli avvistamenti.
Con l’obiettivo di ridare un corpo, un volto, una vita a queste persone e soprattutto il loro diritto di esistere, di non essere dimenticati.

Scomparsi 3 da martedì 12 novembre alle 22:00 su Crime+Investigation, canale 119 di Sky.