Ciò che rende ogni serial killer un criminale unico non è il numero di omicidi, ma la modalità con cui uccide le sue vittime. Ogni assassino ha la sua: quasi fosse un rito o una firma.

Jeffrey Dahmer, conosciuto anche come Il Mostro di Milwaukee, è uno dei serial killer più crudeli d’America.
Ha appena preso il diploma quando compie il suo primo omicidio: aveva invitato a casa sua, per una birra, un ragazzo autostoppista.
Lo uccide colpendolo alla testa, poi lo smembra e lo fa a pezzi.

Seguiranno altri sedici omicidi tutti con la stessa modalità: prima toglie la vita alle sue vittime, poi le smembra.

Ripercorreremo la vita, apparentemente banale, dell’uomo che si è guadagnato il soprannome di Il killer cannibale. Con l’obiettivo di tentare di capire cosa l'abbia spinto a commettere questi crimini efferati, faremo un viaggio alla scoperta degli angoli più bui della psiche umana.

Ritratto di un assassino: Il Killer Cannibale, da domenica 31 maggio alle 22.55 in prima visione su Crime+Investigation, canale 119 di Sky.