Per la prima volta in Italia una docu-serie di real crime investigation su uno dei più feroci cold case italiani.

Il Mostro di Udine riapre le indagini su 9 femminicidi avvenuti tra Udine e provincia tra il 1971 e il 1989.
Donne, sole, indifese, spesso vittime di problemi sociali e di emarginazione, sono state le protagoniste di una serie di omicidi efferati, apparentemente senza movente, il cui autore, a quasi 30 dall’ultimo crimine, resta ancora senza identità.

Udine e provincia, luoghi tranquilli, in cui gli abitanti si conoscono per nome e si salutano al bar, sono stati travolti da un’ondata di paura.

Le quattro puntate ripercorrono le vicende attraverso una vera e propria investigazione tra gli indizi, ad accompagnarci in questo flash back è Edi Sanson, ex carabiniere che aveva seguito le indagini di uno dei delitti e che vuole far luce sugli omicidi.

A parlare sono anche i familiari delle vittime, che raccontano le difficili situazioni delle nove donne e che non si sono mai arresi, con la speranza di raggiungere la verità e avere giustizia.

Attraverso le ricostruzioni, l’impiego di nuove tecnologie, la collaborazione di poliziotti, carabinieri, magistrati e giornalisti che si erano occupati allora di questi delitti; i casi vengono riportati a galla e analizzati attraverso un nuovo approccio forense, con l’obiettivo di giungere, finalmente, alla verità.

Il Mostro di Udine, una produzione esclusiva da mercoledì 22 Maggio alle ore 22.00, in prima visione su Crime+Investigation, canale 119 di Sky.