La notte tra il 16 e il 17 luglio 1999, la Banca di Roma all’interno del Palazzo di Giustizia di Piazzale Clodio, viene presa d’assalto da un commando di otto cassettari, a capo della banda c’è Massimo Carminati.

Il caveau più sorvegliato d’Italia viene saccheggiato in tutta tranquillità: non scatta il doppio sistema di allarme, non viene vengono tranciati lucchetti, non viene sparato neanche un colpo di pistola.
Il piano è stato studiato alla perfezione: sono stati corrotti almeno quattro carabinieri che permettono ai malviventi di entrare senza dover passare i controlli di sicurezza.
La mente e il cuore dell’operazione, Massimo Carminati, non è un cassettaro qualunque, è un esponente della destra estrema e nel caveau si muove con disinvoltura seguendo passo passo la lista scritta a penna che tiene in mano.

Magistrati, avvocati, funzionari: sono nomi importanti della Roma che conta, coinvolti con alcuni dei più oscuri misteri d’Italia.
Carminati non cerca soldi o gioielli, il suo obiettivo sono i documenti contenuti in quelle 147 cassette di sicurezza con i quali ricatta parti importanti dello Stato. Da quel giorno diventa un vero e proprio intoccabile e nasce la vicenda che è passata alla storia come “Mafia Capitale”.

Il furto del secolo - La genesi di Mafia Capitale, martedì 17 Dicembre alle 22:00 su Crime+Investigation, canale 119 di Sky.