Aileen Wuornos

Aileen Wuornos


LA STORIA E IL PROFILO DI UNA PREDATRICE SESSUALE


La storia di Aileen Wuornos (1956 – 2002) è quella di un’infelice vittima della vita, divenuta carnefice. I suoi omicidi seriali furono i crimini più eclatanti di un’esistenza disordinata e instabile, vissuta ai confini della società civile.

I sei omicidi commessi tra il 1989 e il 1990 in Florida portarono Aileen Wuornos all’epilogo della sua storia: l’esecuzione per iniezione letale.


LA FAMIGLIA DEL MOSTRO


Aileen Wuornos, all’anagrafe Aileen Carol Pittman, nacque dal rapporto tra la giovanissima Diane Wuornos e Leo Dale Pittman, i quali divorziarono prima che la futura serial killer nascesse.

Non conobbe mai il padre che venne incarcerato con l’accusa di molestie su minori e s’impiccò in galera. La madre abbandonò i figli, Aileen e il fratello maggiore Keith, pochi anni dopo, lasciandoli ai nonni.

Il nonno, alcolizzato, la picchiò e, secondo le dichiarazioni della Wuornos, la violentò. Fu, però, da una violenza subita da un amico di famiglia che Aileen rimase incinta. Aveva 14 anni e il bambino nato dalla violenza venne affidato a un orfanatrofio.


Alla morte della nonna, la ragazza (appena quindicenne) venne messa alla porta dal nonno. Da quel momento iniziò a procurarsi il sostentamento prostituendosi.


AILEEN WUORNOS, UNA VITA OLTRE IL LIMITE


Tentò un matrimonio con un uomo facoltoso, ricevette 10mila dollari di assicurazione alla morte del fratello: nulla riuscì a rimettere Aileen in carreggiata, la sua folle vita violenta passava da una denuncia di guida in stato di ebbrezza a una di aggressione, senza risparmiarsi in rapina a mano armata, furto e resistenza all’arresto.

IL RAPPORTO CON TYRIA MOORE


Aileen e Tyria si conobbero in un bar per gay a Daytona e iniziarono una tormentata convivenza. Era il 1986. Unica fonte di entrate per la coppia: la prostituzione della Wuornos.

Il 30 novembre 1989 Aileen confessa a Tyria Moore il suo primo omicidio.

GLI OMICIDI IN SERIE DI AILEEN WUORNOS


Il primo a ricevere il piombo della calibro .22 della Wuornos fu Richard Mallory. Alla scoperta del corpo della prima vittima seguì il ritrovamento di altri corpi crivellati da colpi dello stesso calibro. S’iniziò a profilare un caso di serial killer.


Dal profiling del criminale emerge che la mano che ha compiuto gli omicidi seriali è quella di una donna e il modus operandi fa sospettare che si tratti di una prostituta.

IL PASSO FALSO E L'ARRESTO DELLA FATALE ADESCATRICE


Le impronte digitali lasciate su una videocamera tradirono la Wuornos e posero fine alla serie di omicidi della killer prostituta. La videocamera portata da Aileen a un banco dei pegni, infatti, apparteneva a una delle sue vittime. Elemento che mise gli investigatori sulle tracce della donna e che la collocarono sulle scene dei crimini.

Aileen Wuornos venne arrestata il 9 gennaio 1991 in un bar per motociclisti: The Last Resort, in Volusia County.

IL TRADIMENTO DI TYRIA MOORE E LA CONDANNA


Tyria Moore acconsentì a deporre contro Aileen Wuornos in cambio della decadenza delle accuse nei suoi confronti.

Durante il processo la serial killer dichiarò che gli omicidi furono giustificati da legittima difesa contro tentativi di stupro.


Fu condannata alla pena di morte che venne comminata dopo 10 anni trascorsi nel braccio della morte della Florida State Prison. L’iniezione letale venne somministrata il 9 ottobre 2002.