Il programma: 

Sono angeli che regalano speranza ai pazienti, uomini e donne che accudiscono i malati come figli. Il loro lavoro è una vocazione, salvano vite ogni giorno. A volte però dietro un dolce sorriso si nasconde un mostro: alcune persone scelgono di diventare infermieri non per aiutare ma per uccidere.

Ravenna, 2014
È stata collegata a 139 dei 191 decessi verificati nel reparto dell’ospedale in cui lavorava, è finita sotto processo per un’iniezione letale a una donna di settant’anni. Il suo nome è Daniela Poggiali e, condannata all’ergastolo, continua ostinatamente a dichiararsi innocente.

Crime+Investigation presenta, in prima visione assoluta, Gli angeli della morte.

La serie che attraverso uno sguardo intimo e senza filtri ripercorre i più inquietanti casi di cronaca nera che hanno sconvolto il mondo della sanità. Con l’ausilio di interviste, ricostruzioni drammatiche, accessi esclusivi agli archivi della Polizia e testimonianze audio-video gli angeli della morte rivela il cinismo e la brutalità che si annida dietro rassicuranti sorrisi.

Come convivono con i loro crimini? Quanto è difficile dimostrare la loro colpevolezza? Ma soprattutto, perché alcuni infermieri uccidono?